com'è fatta una casa in paglia

 

costruzione del muro casa in paglia

 

Tutti noi ricordiamo la storia “dei tre porcellini” e teniamo inconsciamente il ricordo di quella casa in paglia spazzata via dal soffio del lupo. L’immagine che spesso associamo è quella della capanna, riparo improvvisato, senza confort, forse tipica abitazione del terzo mondo in cui le risorse economiche sono pochissime. Lo scopo di questo sito è aiutare a non cadere in questi luoghi comuni e preconcetti che niente c'entrano con il campo delle costruzioni in paglia, o meglio, costruzioni in balle di paglia.

 

 

Costa meno una casa in paglia?

Si.

Rispetto agli edifici "tradizionali" con pari requisiti termoigrometrici, utilizzando la tecnica delle balle di paglia si può risparmiare dal 50% al 75% sul costo delle murature. Il costo delle murature sull'intera costruzione incide però un 20% circa. Il risparmio totale quindi si aggira attorno ad un 10%-15%. Questo perchè una casa in paglia è a tutti gli effetti una casa normale e quindi con costi sui quali è difficile risparmiare: il progetto, rilievi topografici, l'indagine geologica, calcoli strutturali, permesso di costruire, gli oneri di urbanizzazione, le fondazioni, la struttura, il tetto, porte, finestre, impianti elettrici, luce, gas, le varie certificazioni, ecc...

Premesso quindi che il risparmio sul costo di realizzazione è di un 10%-15%, il vero risparmio in denaro è da calcolare a lungo termine. Costruire una casa con questa tecnica significa avere un edificio energeticamente efficiente, in classe A, classe A+ o Gold, questo significa che i costi di riscaldamento si riducono notevolmente e addirittura azzerarsi. Con questa tecnica siamo in grado di realizzare case in grado di scaldarsi solamente con l'energia solare. Quant'è la vostra bolleta annua? con una casa in paglia, dimenticatela!

Quando parliamo di certificazione energetica ci riferiamo ai parametri "CasaClima".

classificazione casaclimaLe categorie CasaClima permettono di identificare il grado di consumo energetico di un edificio. Esistono CasaClima OroCasaClima ACasaClima B

Il consumo di energia più basso è garantito da una CasaClima Oro, che richiede 10 KiloWattora per metro quadro l’anno, il che si può garantire, in pratica, anche in assenza di un sistema di riscaldamento attivo. La CasaClima Oro è anche detta "casa da un litro", perché per ogni metro quadro necessità di un litro di gasolio o di un m³ di gas l’anno. 

Le case con un consumo di calore inferiore ai 30 KiloWattora per metro quadro l’anno sono invece classificate come CasaClima A, la cosiddetta "casa da 3 litri", perché richiede 3 litri di gasolio o 3 m³ di gas per metro quadro l’anno. 

CasaClima B è invece l’edificio che richiede meno di 50 KiloWattora per metro quadro l’anno. In questo caso si parla di "casa da 5 litri", in quanto il consumo energetico comporta l’uso di 5 litri di gasolio o 5 m³ di gas per metro quadro l’anno. 

CasaClima Oro Fabbisogno energetico inferiore di 10 kWh/m²a / Casa da 1 litro 
CasaClima A Fabbisogno energetico inferiore di 30 kWh/m²a / Casa da 3 litri 
CasaClima B Fabbisogno energetico inferiore di 50 kWh/m²a/ Casa da 5 litri

 

Quanto dura una casa in paglia?

Una casa in balle di paglia può durare per secoli se ben progettata e ben costruita. La paglia è un materiale durevole se conservato all'asciutto e protetto, da un intonaco, ad esempio (si pensi ai cesti di paglia ritrovati nelle piramidi egizie o nelle tombe etrusche). Al momento le case più antiche e tuttora utilizzate in ottimo stato, risalgono alla seconda metà del 1800 (quando è nata la macchina imballatrice!); la più vecchia in Europa è del 1921 in Francia.

 

Possono esserci problemi con i roditori ed i parassiti?

NO.

Essendo le murature in balle di paglia precompresse e normalmente sigillate da intonaci, i roditori non riescono a costruire tane ed a nidificare. Vari studi hanno inoltre dimostrato che l'ermeticità data dall'intonaco è più che sufficiente ad impedirne la nidificazione. La paglia inoltre non ha parassiti, come invece ad esempio il legno (rodilegno o tarlo).

 

Ho una casa tradizionale, posso isolarla con la paglia?

Si.

C'è da valutare la situazione ed il tipo di edificio, ma ci sono diverse possibilità:


  • un cappotto esterno con balle di paglia

 

cappotto in paglia

	Ristrutturazione di un edificio rurale con destinazione residenziale; progettista: Arch. Alessandro Fassi.



  • un cappotto interno: 
    (telaio in legno, riempimento in paglia, chiusura con cannucciaia, intonaco in terra cruda):

 

cappotto interno cappotto interno

	Associazione nuove prospettive, laboa.org


  • un termo-intonaco in terra cruda e paglia:

 

termointonaco

	Associazione nuove prospettive, laboa.org


top-iconTorna su

 

Una casa di paglia non rischia di prendere fuoco?

NO.

La paglia sciolta è un materiale altamente infiammabile, ma i muri in balle di paglia, essendo quest'ultime altamente compresse, hanno al loro interno pochissimo ossigeno quindi bruciano con molta difficoltà. È stato valutato che un muro in balle di paglia, intonacato sulle due facce con intonaco in terra cruda di circa tre cm, raggiunge una resistenza al fuoco R90 (90 minuti). Si consideri che il calcestruzzo, con un copriferro minimo, ha una resistenza al fuoco R30, mentre l'acciaio ha una resistenza al fuoco praticamente inesistente.

 

È solida una casa in paglia?

SI.

I muri di paglia sono molto solidi; le balle sono pressate e nella messa in opera le murature vengono ulteriormente compresse. Inoltre gli intonaci sono di spessore maggiore rispetto a quelli comunemente utilizzati nella muratura convenzionale.

Dal punto di vista strutturale gli edifici hanno tutti una struttura portante in legno, quindi non c'è alcuna differenza con una casa di tipo tradizionale. Effettivamente una casa in paglia essendo più leggera ed elastica reagisce meglio alle scosse di terremoto.


 

Soffro di allergie: come potrei vivere in una casa in balle di paglia?

La paglia non è fieno e non contiene pollini, quindi non provoca allergie. La paglia è lo stelo della pianta morta di cereali (grano, orzo, segale, avena, riso, ecc.). A differenza del fieno – che è invece l’erba verde essiccata – in essa non sono presenti né foglie, né fiori, né semi a generare il tipico “raffreddore da fieno”.

 
Buy cheap windows or linux hosting for your small business website. Please consider sitecloud hosting review and hostmonster review.

Licenza Creative Commons

Natural Joomla Templates designed by Joomla Hosting