Introdotto con il famoso Decreto Rilancio, il Superbonus 110% ha permesso a persone fisiche e a condomini di riqualificare gli edifici esistenti, rendendoli più efficienti dal punto di vista energetico, o di optare per nuove costruzioni efficienti e antisismiche.

Con la Legge di Bilancio 2021 è arrivata la conferma della proroga di questa importante misura. Diventa così ancora molto conveniente, per tutto il 2022, scegliere una ristrutturazione ecologica della propria casa o realizzare una nuova casa non solo efficiente, ma anche dall’alto confort e benessere abitativo, come una casa in paglia.

superbonus 2022

Bonus 110%: scadenza prolungata al 2022 e (in qualche caso) per il 2023

In molti attendevano il prolungamento della scadenza del Superbonus 110% e, per fortuna, è arrivato già nel mese di giugno.

Superbonus 110% e finanziaria 2021

Le proroghe dei vantaggi fiscali legati alle riqualificazioni energetiche e sismiche degli edifici erano già contenute nella Legge di Bilancio 2021, anche se per qualche settimana si è rimasti in attesa della conferma delle misure in essa contenute da parte dell’Unione Europea.

Ora è ufficiale, il Superbonus 110% è stato prorogato. La scadenza delle misure previste dipende, però, dal tipo di beneficiario:

  • Per tutti i beneficiari (inclusi gli edifici unifamiliari): dal 1 luglio 2020-30 giugno 2022;
  • Per le persone fisiche con edifici plurifamiliari da 2 a 4 unità: dal1 luglio 2020-30 giugno 2022 ma, se entro questa data risulterà completato il 60% dei lavori, è possibile prolungare ulteriormente la scadenza al 31 dicembre 2022
  • Condomini: dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2022;
  • IACP (Istituto Autonomo Case Popolari): dal 1 luglio 2020-30 giugno 2023, ma se entro questa data risulterà completato almeno il 60% dei lavori, la proroga arriverà al 31 dicembre 2023.

Per quanto riguarda le rate annuali con le quali è possibile ottenere la detrazione per le spese asseverabili sostenute nel 2022, saranno solo quattro, a differenza delle cinque previste per le spese sostenute nel 2021.

Superbonus fino al 2022: arrivano le conferme attese

La questione della proroga del Superbonus ha lasciato col fiato sospeso fino all’ultimo, su molti punti. Non solo era incerta l’effettiva possibilità di estenderne la scadenza, ma in particolare era incerto il futuro di alcune opzioni. Ci riferiamo alla possibilità dei proprietari di edifici unifamiliari di continuare a figurare come beneficiari del bonus e sulla conferma delle alternative alla detrazione fiscale, quali lo sconto in fattura e la cessione del credito. 

Proroga cessione del credito e sconto in fattura: una straordinaria opportunità

Veniamo a quella che, di fatto, costituisce il principale beneficio del Superbonus: con l’approvazione da parte dell’Unione Europea del PNNR, è finalmente arrivata la conferma della proroga anche per le due alternative alla detrazione fiscale.

Come sappiamo, infatti, il Decreto Rilancio prevedeva la possibilità, per il beneficiario del Superbonus 110%, di optare, in alternativa alla detrazione fiscale, per la cessione del credito (di solito a persone fisiche o a banche) o per uno sconto in fattura (che altro non è se non una cessione del credito al fornitore di beni e servizi necessari alla ristrutturazione o alla costruzione dell’edificio).

Sconto in fattura e cessione del credito offrono un’opportunità straordinaria: quella di accedere allo sconto immediato, senza dover anticipare il denaro restituito tramite agevolazioni fiscali spalmati sugli anni successivi.

Proprio così: grazie a queste modalità di accesso alle detrazioni, il denaro non deve nemmeno essere tirato fuori dalle tasche di chi desidera vivere in una casa che si prenda cura delle persone care!

Aspetta! Non sono stato del tutto corretto, in realtà non è proprio proprio così!… Nel senso non dovrai anticipare i soldi dei massimali del superbonus acquisiti, ma devi sempre considerare che l’intera operazione non è gratis e che, sopratutto se si demolisce e ricostruisce, il solo superbonus non basta, è una bella fetta che può raggiungere anche i 200.000 € di incentivi ma per costruire una casa servirà di più e che tu metta quindi a disposizione un badget di tasca tua.

A seguito dell’approvazione da parte dell’Ecofin del PNRR, non resta alcun dubbio sulla possibilità di continuare ad optare per le suddette alternative da parte del beneficiario del Superbonus.

Confermata la proroga al superbonus per case unifamiliari

Altra questione abbastanza dibattuta è stata quella sulla possibilità, per i proprietari di unità monofamiliari, di continuare ad essere inseriti nella lista dei possibili beneficiari del Superbonus.

In effetti, la proroga del Superbonus al 2022, per gli interventi effettuati su questo tipo di edifici, è stata la più soggetta all’approvazione dell’Unione Europea e, dunque, fino all’ultimo, la più incerta.

Ora è ormai chiaro che anche per le abitazioni unifamiliari la proroga c’è, anche se solo per le spese sostenute fino al 30 Giugno 2022.

È il momento di utilizzare il Superbonus per la tua casa in paglia!

case-paglia

Come sappiamo, il Superbonus al 110% si suddivide in Super EcoBonus, riconosciuto a chi affronta determinate spese volte alla riqualificazione energetica di un edificio, e in Sismabonus, accordato, invece, a chi fa interventi di miglioramento sismico.

Il Sismabonus è, dunque, un’ottima opportunità per chi sta pensando di realizzare una casa in paglia tramite demolizione e ricostruzione perché in questo tipo di intervento il Sismabonus è sempre compreso.

Per chi invece ha già una casa, l’opzione della ristrutturazione e della sua riqualificazione energetica, seguendo i principi della vera bioarchitettura, è più che mai, grazie alla proroga del Super EcoBonus, un’opportunità da non perdere perché, con i vantaggi offerti da questa misura, la differenza di costo tra una ristrutturazione edilizia sostenibile (che beneficia dello sconto fiscale) ed una tradizionale diventa trascurabile.

A questo punto ti starai chiedendo se hai ancora la possibilità di usufruire di questa grande occasione, bè sappi che c’è ancora qualche passo che devi fare per scoprirlo, il prossimo è accedere ad una pagina in cui ti spiego quello che devi ulteriormente sapere sul Superbonus 110% cliccando nel pulsante qui sotto.